0

NOUVEAUTES  | enregistrements trouvés : 117

O

-A +A

Sélection courante (0) : Tout sélectionner / Tout déselectionner

P Q

y

- XII-213 p.
ISBN 978-88-921-0328-3

philosophie politique

... Lire [+]

V

- VIII-222 p;
ISBN 978-88-921-1298-8

théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

y

- xvi-181 p.
ISBN 88-420-7719-4

Communications présentées lors d'un congrès organisé à Turin en 2004

science politique ; théorie-philosophie du droit ; Vie intellectuelle

... Lire [+]

V

- XIV-92 p.
ISBN 978-88-14-22022-7

Présentation de l'éditeur : "Le leggi non sono isolate e sono legate assieme dal vincolo della "coesione", che e' "nelle" e "delle" leggi. Tale coesione e' unita alla gerarchia normativa e si manifesta anche nella "resistenza" che le norme e leggi inferiori oppongono alle norme, leggi e principi superiori. Le leggi si fronteggiano come due eserciti e la forza della coesione, che e' nelle norme e leggi superiori ed in quelle inferiore, condiziona l'interpretazione e l'applicazione e consente di valutare con maggior precisione il funzionamento del meccanismo delle leggi."
Présentation de l'éditeur : "Le leggi non sono isolate e sono legate assieme dal vincolo della "coesione", che e' "nelle" e "delle" leggi. Tale coesione e' unita alla gerarchia normativa e si manifesta anche nella "resistenza" che le norme e leggi inferiori oppongono alle norme, leggi e principi superiori. Le leggi si fronteggiano come due eserciti e la forza della coesione, che e' nelle norme e leggi superiori ed in quelle inferiore, condiziona ...

Loi ; hiérarchie des normes

... Lire [+]

V

- xii-113 p.
ISBN 978-88-14-22330-3

lois ; théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

y

- 126 p.
ISBN 978-88-495-2811-4

Présentation de l'éditeur : "L'immagine della rete, dell'intreccio dei fili annodati che la compongono, risale a Platone, che usa la metafora del fissare l'ordito, al fine di precisare la via da seguire ove si voglia definire il principio che presiede alla fondazione politica della comunità. È giusto osservare che i motivi che orientano uno studio sulla metafora della rete nel diritto risiedono in tre ordini di ragioni: per l'interesse che essa suscita, per come essa viene utilizzata e compresa dai tecnici del diritto e dalla gente comune, per l'importanza che essa assume nel linguaggio giuridico. La metafora della rete rappresenta, in piena era tecnologica, quando cioè essa si è largamente diffusa, la sorprendente scoperta dell'idea che seguire la strada aperta dalla ricerca sul diritto attraverso la scienza cognitiva è possibile solo se si innesta il fenomeno sul comune ramo della linguistica cognitiva del linguaggio ordinario, ma attingendo necessariamente dagli ambiti specialistici. Analizzare l'impatto che le metafore producono nelle pratiche giuridiche e osservare in che modo esse si affermano significa analizzare il nostro modo di pensare per comprendere che esso non funziona diversamente dal modo di pensare e di intendere il diritto."
Présentation de l'éditeur : "L'immagine della rete, dell'intreccio dei fili annodati che la compongono, risale a Platone, che usa la metafora del fissare l'ordito, al fine di precisare la via da seguire ove si voglia definire il principio che presiede alla fondazione politica della comunità. È giusto osservare che i motivi che orientano uno studio sulla metafora della rete nel diritto risiedono in tre ordini di ragioni: per l'interesse che essa ...

théorie-philosophie du droit ; Linguistique

... Lire [+]

V

- 123 p.
ISBN 978-88-15-27078-8

Présentation de l'éditeur : "L'idea che gli uomini debbano essere governati dalle leggi e non dall'arbitrio di altri uomini è un sogno antico. Incarnazione moderna di questa aspirazione, lo Stato di diritto si fonda sui tre pilastri fondamentali della divisione dei poteri, della supremazia della legge, dei principi di libertà e uguaglianza. Da essi discendono le istituzioni che ancora oggi informano il nostro vivere civile e politico: parlamenti, Costituzioni, tutela dei diritti di fronte a un giudice terzo, Corti costituzionali. È la storia di una incessante ricerca del punto di equilibrio tra le regole del diritto e l'esuberanza del potere."
Présentation de l'éditeur : "L'idea che gli uomini debbano essere governati dalle leggi e non dall'arbitrio di altri uomini è un sogno antico. Incarnazione moderna di questa aspirazione, lo Stato di diritto si fonda sui tre pilastri fondamentali della divisione dei poteri, della supremazia della legge, dei principi di libertà e uguaglianza. Da essi discendono le istituzioni che ancora oggi informano il nostro vivere civile e politico: p...

primauté du droit ; théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- XVIII-218 p.
ISBN 978-88-420-8668-0

Première édition : Milano : Edizioni di comunita, 1965. Présentation de l'éditeur : "Un modo di concepire e di praticare la filosofia del diritto tuttora esemplare: per il rigore analitico, per la chiarezza concettuale e per l'impostazione razionale dei problemi. L'alternativa tra giusnaturalismo e positivismo giuridico è tornata oggi a riproporsi nel diverso modo di concepire le costituzioni e il costituzionalismo: come insiemi di principi morali oggetto di bilanciamento legislativo o giudiziario, oppure come sistemi di limiti e di vincoli normativi rigidamente imposti a tutti i pubblici poteri. Di qui l'attualità di questo libro, quale fonte tuttora preziosa di chiarificazioni concettuali e di indicazioni metodologiche." (dalla Prefazione di Luigi Ferrajoli). Il libro è diviso in tre parti. Nella prima parte Bobbio illustra la sua concezione della filosofia del diritto, distinguendone i diversi compiti, analizzandone i diversi problemi e proponendo un programma di lavoro finalizzato alla chiarificazione dei concetti, alla sollecitazione del confronto tra i diversi orientamenti filosofici contro ogni forma di dogmatismo. Le altre due parti del libro sono dedicate alla secolare controversia tra giusnaturalismo e positivismo giuridico, della quale Bobbio analizza con chiarezza e precisione i termini, il significato e i diversi piani sui quali l'alternativa viene di solito proposta."
Première édition : Milano : Edizioni di comunita, 1965. Présentation de l'éditeur : "Un modo di concepire e di praticare la filosofia del diritto tuttora esemplare: per il rigore analitico, per la chiarezza concettuale e per l'impostazione razionale dei problemi. L'alternativa tra giusnaturalismo e positivismo giuridico è tornata oggi a riproporsi nel diverso modo di concepire le costituzioni e il costituzionalismo: come insiemi di principi ...

philosophie politique ; droit naturel ; positivisme juridique ; théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- VII-100 p.
ISBN 978-88-348-1745-2

Présentation de l'éditeur : "Un testo fondamentale della scienza giuridica italiana del Novecento, dedicato a un tema classico della teoria delle fonti. Pubblicato da Norberto Bobbio nel 1942, La consuetudine come fatto normativo colloca lo studio del diritto consuetudinario nel quadro di una più ampia discussione relativa all'oggetto e al metodo della teoria generale del diritto. Le tesi originali ivi sostenute, benché abbandonate nella riflessione successiva alla "svolta kelseniana" del dopoguerra, suscitano un rinnovato interesse in un contesto, come quello attuale, nel quale si torna a guardare con attenzione a fenomeni di produzione normativa assimilabili alla consuetudine. Queste pagine testimoniano di un momento particolarmente felice della riflessione giuridica di Bobbio, nel quale la serietà dell'impegno scientifico si coniuga con la chiarezza dell'impegno etico e politico contro lo statualismo esasperato del regime fascista"
Présentation de l'éditeur : "Un testo fondamentale della scienza giuridica italiana del Novecento, dedicato a un tema classico della teoria delle fonti. Pubblicato da Norberto Bobbio nel 1942, La consuetudine come fatto normativo colloca lo studio del diritto consuetudinario nel quadro di una più ampia discussione relativa all'oggetto e al metodo della teoria generale del diritto. Le tesi originali ivi sostenute, benché abbandonate nella ...

droit naturel ; philosophie politique ; théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- xxviii-289 p.
ISBN 978-88-348-9581-8

Présentation de l'éditeur : "Con questo primo volume, la collana "Bobbiana" mette a disposizione di studiosi e studenti due corsi universitari tenuti da Norberto Bobbio negli anni accademici 1945-46 e 1946-47. Si tratta di due cicli di lezioni dedicati alle teorie giusnaturalistiche dei secoli XVII e XVIII, teorie nelle quali Bobbio rintracciava i presupposti filosofici dello stato moderno, recuperandoli alla riflessione allorché si trattava di costruire le strutture politiche e istituzionali della Repubblica. Per il periodo in cui furono elaborate e per il loro contenuto, queste lezioni rappresentano una testimonianza particolarmente importante del pensiero del filosofo torinese. Esse costituiscono di fatto l'unico corso universitario da Bobbio interamente dedicato alla storia del giusnaturalismo e segnano al contempo una tappa significativa del suo pensiero riguardo ad un elemento centrale della teoria giuridica e politica: l'analisi storica dei teorici del diritto naturale rappresenta un presupposto necessario per le successive indagini critiche dedicate al giusnaturalismo e costituisce un riferimento costante del pensiero liberale e democratico di Bobbio."
Présentation de l'éditeur : "Con questo primo volume, la collana "Bobbiana" mette a disposizione di studiosi e studenti due corsi universitari tenuti da Norberto Bobbio negli anni accademici 1945-46 e 1946-47. Si tratta di due cicli di lezioni dedicati alle teorie giusnaturalistiche dei secoli XVII e XVIII, teorie nelle quali Bobbio rintracciava i presupposti filosofici dello stato moderno, recuperandoli alla riflessione allorché si trattava di ...

droit naturel ; Histoire ; Vie intellectuelle

... Lire [+]

V

- XXV-172 p.
ISBN 978-88-3482591-4

Édition augmentée de l'ouvrage publié en 1970

théorie-philosophie du droit ; jurisprudence

... Lire [+]

V

- 123 p.
ISBN 978-88-98490318

Présentation de l'éditeur : ""Questo volume è dedicato a un grande intellettuale contemporaneo, Norberto Bobbio, a dieci anni dalla sua morte. Il filosofo torinese è stato uno dei maestri dell'arte del dubbio, inserendosi, sulla scorta delle riflessioni leopardiane, nella linea di pensiero dell'illuminismo pessimista. L'esercizio del dubbio è un elemento fondamentale del nostro tempo: lo spirito critico è un antidoto al pensiero a senso unico che ormai invade ogni settore della nostra vita. Riprendere il pensiero di Bobbio significa muoversi nella direzione di una cultura del dialogo, che possa contrapporsi al fanatismo. 'La tesi svolta nei saggi pensati e scritti a dieci anni dalla morte di Bobbio, e ora compresi in questo volumetto, è che la crisi dei valori attuale non derivi da un eccesso bensì da un difetto di liberalismo e di Illuminismo'" (dalla premessa dell'autore)."
Présentation de l'éditeur : ""Questo volume è dedicato a un grande intellettuale contemporaneo, Norberto Bobbio, a dieci anni dalla sua morte. Il filosofo torinese è stato uno dei maestri dell'arte del dubbio, inserendosi, sulla scorta delle riflessioni leopardiane, nella linea di pensiero dell'illuminismo pessimista. L'esercizio del dubbio è un elemento fondamentale del nostro tempo: lo spirito critico è un antidoto al pensiero a senso unico ...

théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

2 y

- xvii-167 p.
ISBN 978-88-348-9959-5

Présentation de l'éditeur : "In questo libro la filosofia politica kantiana viene messa in relazione con il dibattito contemporaneo sul modello della democrazia costituzionale. A partire dall'analisi filologica dei testi di Kant, l'idea kantiana di repubblica viene presentata come archetipo del modello oggi prevalente della democrazia costituzionale, ricostruito sulla base delle teorie politiche di tre autori di indubbia ispirazione kantiana, e più in generale illuminista: Norberto Bobbio, Luigi Ferrajoli e Jürgen Habermas. Filo conduttore dell'intero lavoro e tema ricorrente in ogni sua articolazione è la tesi che indica nella teoria politica kantiana un modello normativo le cui potenzialità non possono considerarsi affatto esaurite. Dai tempi in cui Kant scriveva molto è cambiato. La scienza e la tecnica hanno conosciuto un progresso esponenziale e sono state causa diretta e indiretta di una modificazione radicale della struttura della società e delle forme di vita che si sono sviluppate al suo interno. Ciò che però non è cambiata è la natura dell'uomo, uomo che è insieme - oggi come allora - "legno storto" e "persona morale". La forza della teoria politica kantiana è di aver proposto un modello di costituzione politica - la repubblica - degna dell'uomo come persona morale. Qui sta l'essenza della sua validità universale (validità cioè in ogni luogo e in ogni tempo), qui sta la ragione che consiglia di ricorrere all'ideale kantiano come modello della democrazia costituzionale, cioè modello ideale per le nostre costituzioni."
Présentation de l'éditeur : "In questo libro la filosofia politica kantiana viene messa in relazione con il dibattito contemporaneo sul modello della democrazia costituzionale. A partire dall'analisi filologica dei testi di Kant, l'idea kantiana di repubblica viene presentata come archetipo del modello oggi prevalente della democrazia costituzionale, ricostruito sulla base delle teorie politiche di tre autori di indubbia ispirazione kantiana, e ...

théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- 459 p.
ISBN 978-88-495-3243-2

Présentation de l'éditeur : "Il nucleo fondamentale delle Lezioni di Francesco Gentile, raccolte per la prima volta dai Suoi allievi nel Corso universitario del 2006, e oggi riedite, dopo dieci anni, è rappresentato da un saggio del 1984, Intelligenza Politica e Ragion di Stato, probabilmente l?opera più matura e articolata del Maestro, sulla quale si sarebbero formati migliaia di studenti, perlopiù dell?Università di Padova, ma non solo. Era il periodo in cui, ormai da dieci anni, da più parti e unanimamente, si certificavano e denunciavano le difficoltà del formalismo normativista e del cosiddetto «positivismo analitico», tanto che le Lezioni avrebbero rappresentato un formidabile esempio di critica dell?uno e dell?altro, a partire da una prospettiva ancora giusnaturalistica, seppure declinata secondo la «filosofia dell?esperienza giuridica», già teorizzata da Adolfo Ravà, Giuseppe Capograssi ed Enrico Opocher. La filosofia analitica aveva rappresentato il fondamento di una pluralità d?indirizzi: la filosofia del diritto delle Scuole di Torino (Bobbio, Scarpelli, Gavazzi) e di Oxford (Hart, Raz, MacCormick), il realismo scandinavo di Ross e Olivecrona e quello analitico italiano delle Scuole di Genova (Tarello) e di Bologna (Pattaro). In effetti, gli anni Ottanta avrebbero segnato la nascita e lo sviluppo di quei nuovi orientamenti, che ancor oggi avrebbero dominato la filosofia politico-giuridica del mondo occidentale: dal principialismo morale di Ronald Dworkin, al costituzionalismo moderno di Robert Alexy e Carlos Nino; dal ripensamento della teoria dell?argomentazione di Perelman, attraverso la logica formale di Frege e Russel, rinvenibile nelle opere di Manuel Atienza, Stephen Toulmin, Aulis Aarnio e Alexsander Peczenik, all?analisi gius-realistica dei discorsi e degli argomenti interpretativi dei giuristi di Jerzy Wróblewski, Riccardo Guastini e Pierluigi Chiassoni, fino all?affermazione dell?ermeneutica giuridica di Josef Esser e Carl Engisch, con riferimento alla quale, solo pensando all?esperienza italiana, occorre ricordare le opere di Mauro Barberis, Giuseppe Zaccaria e Francesco Viola. Francesco Gentile alcuni di tali indirizzi li avrebbe apprezzati, altri vivacemente criticati, a nessuno di essi aderito. Egli avrebbe piuttosto continuato a spendersi nel difendere l?oggettivismo etico, né si sarebbe stancato di denunciare i rischi di una conoscenza scientifica solo convenzionale ed operativa dell?esperienza giuridica; mai avrebbe rinunciato a quella domanda globale che solo il sapere radicalmente problematico della filosofia può autorizzare."
Présentation de l'éditeur : "Il nucleo fondamentale delle Lezioni di Francesco Gentile, raccolte per la prima volta dai Suoi allievi nel Corso universitario del 2006, e oggi riedite, dopo dieci anni, è rappresentato da un saggio del 1984, Intelligenza Politica e Ragion di Stato, probabilmente l?opera più matura e articolata del Maestro, sulla quale si sarebbero formati migliaia di studenti, perlopiù dell?Università di Padova, ma non solo. Era il ...

théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- 150 p.
ISBN 978-88-921-0810-3

Il volume costituisce lo sviluppo di una ricerca, condotta da un gruppo di costituzionalisti sotto la direzione di Mauro Volpi entro l'unità di Perugia, nell'ambito di una ricerca di interesse nazionale PRIN su "Istituzioni democratiche e amministrazioni d'Europa: coesione e innovazione al tempo della crisi economica".

technocratie ; Democratie ; Italie ; Europe ; droit comparé

... Lire [+]

V

- 95 p.
ISBN 978-88-372-2374-8

Présentation de l'éditeur : "Invitato a Brescia nel 1959, Norberto Bobbio tenne una conferenza, Quale democrazia?, che, nonostante sia passata quasi inosservata, appare come l'enunciazione di un programma di ricerca. Regole di funzionamento, teoria delle élites e del realismo politico, tensione tra vocazione dell'uomo alla libertà e necessità di istituire una società con un potere efficiente, l'antinomia tra ideale dell'uguaglianza e quello della libertà: sono i temi, qui per la prima volta enunciati, che torneranno, con continui scavi, nelle opere che hanno reso Bobbio tra i più importanti filosofi della politica della seconda metà del Novecento. Il testo ha quindi una doppia classicità: è la cellula originaria della riflessione bobbiana sulla democrazia, ed è la lezione di un classico. Come ha scritto Bobbio stesso: "Quale democrazia? Un titolo che ha continuato ad essere attuale in tutti questi anni. Oggi più attuale che mai. Se dovessi ripeterlo, quel punto interrogativo non lo toglierei. Ne potrei, se mai, aggiungere un altro"."
Présentation de l'éditeur : "Invitato a Brescia nel 1959, Norberto Bobbio tenne una conferenza, Quale democrazia?, che, nonostante sia passata quasi inosservata, appare come l'enunciazione di un programma di ricerca. Regole di funzionamento, teoria delle élites e del realismo politico, tensione tra vocazione dell'uomo alla libertà e necessità di istituire una società con un potere efficiente, l'antinomia tra ideale dell'uguaglianza e quello ...

Democratie ; philosophie politique

... Lire [+]

V

- 361 p.
ISBN 978-88-6852-127-1

Présentation de l'éditeur : "I dodici saggi di Norberto Bobbio compresi in questo volume considerano gli aspetti essenziali e i momenti decisivi del drammatico periodo della storia d'Italia che dalla genesi del regime fascista ha condotto alla nascita della repubblica democratica. II libro è diviso in due parti. Nella prima, l'autore prende in esame le istituzioni e l'ideologia del fascismo, analizza e pone a confronto i movimenti e le correnti del fascismo e dell'antifascismo, rievoca e riflette sulla caduta del fascismo, la resistenza, l'origine della Costituzione repubblicana. Nella seconda, ricostruisce il pensiero di alcuni grandi protagonisti individuali della lotta ideale, Gentile, Croce, Einaudi, Moro, Togliatti, Calamandrei, ciascuno dei quali è espressione di una delle culture politiche che si sono affrontate sulla scena pubblica. Il modello che Bobbio propone per l'interpretazione di questa storia controversa è fondato sull'antitesi tra fascismo e democrazia. Nella visione di Bobbio il giudizio di fatto, prima ancora che di valore, sulla natura negativa del fascismo come antidemocrazia è all'origine della concezione della democrazia come antifascismo." (Michelangelo Bovero)
Présentation de l'éditeur : "I dodici saggi di Norberto Bobbio compresi in questo volume considerano gli aspetti essenziali e i momenti decisivi del drammatico periodo della storia d'Italia che dalla genesi del regime fascista ha condotto alla nascita della repubblica democratica. II libro è diviso in due parti. Nella prima, l'autore prende in esame le istituzioni e l'ideologia del fascismo, analizza e pone a confronto i movimenti e le correnti ...

fascisme ; Democratie ; histoire des idées ; idéologie

... Lire [+]

V

- 379 p.
ISBN 978-88-15-27465-6

Présentation de l'éditeur : "Guglielmo Giannini e Umberto Bossi, Achille Lauro e Antonio Di Pietro, le campagne di Almirante per la pena di morte e le esternazioni di Cossiga, la rivolta di Reggio Calabria e gli show televisivi di Berlusconi, i referendum radicali contro il finanziamento pubblico dei partiti e i girotondi capeggiati da Nanni Moretti, per finire - momentaneamente - con Beppe Grillo ossessionato dagli zombie e dal "tutti a casa": che cosa accomuna eventi e personaggi così disparati? In varia misura discendono tutti dal populismo, che in Italia ha avuto radici profonde e, dopo aver conosciuto l'apogeo in epoca fascista, si è continuamente ripresentato nel dopoguerra sotto svariate spoglie. Un libro per capire come quella che era considerata una pericolosa patologia possa diventare una componente connaturata ai dei regimi democratici."
Présentation de l'éditeur : "Guglielmo Giannini e Umberto Bossi, Achille Lauro e Antonio Di Pietro, le campagne di Almirante per la pena di morte e le esternazioni di Cossiga, la rivolta di Reggio Calabria e gli show televisivi di Berlusconi, i referendum radicali contro il finanziamento pubblico dei partiti e i girotondi capeggiati da Nanni Moretti, per finire - momentaneamente - con Beppe Grillo ossessionato dagli zombie e dal "tutti a casa": ...

populisme

... Lire [+]

V

- XVI-163 p.
ISBN 978-88-15-13300-7

Présentation de l'éditeur : "La pace è l'obiettivo e la condizione della democrazia: diritti dell'uomo, democrazia e pace sono per Bobbio i tre elementi inseparabili del medesimo movimento storico. È in questa prospettiva che egli considera centrale nella sua riflessione politica gli scritti sulla pace raccolti in questo volume. In essi Bobbio esamina come si ponga il dilemma tra pace e guerra nella società attuale, che ha a disposizione i mezzi della propria autodistruzione, e discute le possibilità del pacifismo e dell'azione non violenta per giungere a proporre un più realistico "pacifismo istituzionale" che demandi a superiori organismi di controllo la soluzione pacifica dei conflitti quanto meno la limitazione o la regolazione della violenza."
Présentation de l'éditeur : "La pace è l'obiettivo e la condizione della democrazia: diritti dell'uomo, democrazia e pace sono per Bobbio i tre elementi inseparabili del medesimo movimento storico. È in questa prospettiva che egli considera centrale nella sua riflessione politica gli scritti sulla pace raccolti in questo volume. In essi Bobbio esamina come si ponga il dilemma tra pace e guerra nella società attuale, che ha a disposizione i mezzi ...

droit à la paix ; Droit et guerre ; Democratie ; institutions politiques ; histoire-science politique

... Lire [+]

y

- III-518 p.
ISBN 978-2-213-62956-8

Présentation de l'éditeur : "Avec Cavour, Garibaldi et Victor-Emmanuel II, Giuseppe Mazzini (1805-1872) est la quatrième figure tutélaire du Risorgimento italien et il mérite autant qu'eux d'être connu en France pour le rôle essentiel qu'il a joué dans l'histoire de son pays et pour l'héritage politique et intellectuel qu'il a laissé, héritage encore vivace de nos jours. De grandes figures comme Thomas Carlyle, Gandhi, Giovanni Gentile, Thomas Mann, Adam Mickiewicz, Friedrich Nietzsche, Romain Rolland, Carlo et Nello Roselli, Gaetano Salvemini, Alexis Tolstoï, Woodrow Wilson ont écrit sur lui et se sont inspirées de son ?uvre ; c'est lui qui a élaboré le projet le plus cohérent et le plus moderne : rassembler l'Italie dans une république unitaire. Ayant passé l'essentiel de sa vie en exil, il est à l'échelle européenne l'un des principaux théoriciens de la démocratie moderne, du nationalisme et de la question sociale, ce qui a fait de lui l'un des adversaires longtemps redoutés de Marx. Ses idées restent actuelles sur de nombreux points : la politique comme religion civile ; les rapports entre les nations et l'union des peuples en Europe ; une conception politique et sociale qui s'efforce de concilier libéralisme, démocratie et socialisme, anticipant sur les conceptions du socialisme libéral. A l'heure où, tout comme nous, notre " s?ur latine " tente d'explorer une voie vers la modernité qui lui soit propre, cette passionnante biographie, qui est la première en France mais s'appuie sur l'historiographie italienne récente comme sur une lecture exhaustive et personnelle des écrits de Mazzini, vient combler une lacune en permettant de lui restituer la paternité de ses réflexions et initiatives politiques."
Présentation de l'éditeur : "Avec Cavour, Garibaldi et Victor-Emmanuel II, Giuseppe Mazzini (1805-1872) est la quatrième figure tutélaire du Risorgimento italien et il mérite autant qu'eux d'être connu en France pour le rôle essentiel qu'il a joué dans l'histoire de son pays et pour l'héritage politique et intellectuel qu'il a laissé, héritage encore vivace de nos jours. De grandes figures comme Thomas Carlyle, Gandhi, Giovanni Gentile, Thomas ...

Mazzini, guiseppe ; science politique ; Italie

... Lire [+]

y

- 221 p.
ISBN 978-88-86417-51-8

Traduction de Pietro Vigo, Libreria Senese, 1926

Histoire ; Moyen-âge ; Sienne

... Lire [+]

V

- 1321 p.
ISBN 978-2-233-00850-3

Présentation de l'éditeur : Le présent Traité vise à mettre à la disposition des étudiants, des praticiens et des chercheurs une présentation actualisée et aussi détaillée que possible du droit international de la mer, c'est-à-dire des principes et règles de droit international public (à commencer par ceux qui résultent de la convention des Nations Unies sur le droit de la mer de 1982) qui régissent les titres de souveraineté, droits de juridiction et compétences des Etats sur les espaces maritimes et ceux qui encadrent les activités en mer, ainsi que le règlement des différends portant sur leur interprétation ou application. Les enjeux juridiques liés aux mers et aux océans sont d'une importance capitale dans le monde contemporain. Les espaces maritimes sont source de convoitise et le lieu d'activités diverses, qui appellent un encadrement juridique approprié. Ces activités sont largement pratiquées et participent légitimement, et à grande échelle, au développement économique des sociétés modernes (navigation, commerce, transport, exploitation des ressources halieutiques et du sous-sol marin). Leur développement et leur intensification font naître toutefois de nouvelles préoccupations et de nouveaux besoins de réglementation (sécurité et sûreté maritimes, protection de l'environnement, en particulier). D'autres d'activités, de nature criminelle, exigent quant à elles la mise en place de moyens d'action efficaces, respectueux des droits fondamentaux des individus. La régulation de ces différentes activités suppose dans le monde contemporain l'adoption de nombreux accords internationaux et la création d'institutions et organisations internationales et régionales spécialisées ; elle requiert également que les différents espaces maritimes soient clairement identifiés et délimités, de manière à assurer une répartition harmonieuse des compétences et pouvoirs des Etats sur ces espaces, y compris ceux relevant des Etats côtiers qui n'ont cessé de s'étendre vers le large depuis la seconde guerre mondiale. Après avoir dressé le tableau des sources (Première partie) puis des sujets (Deuxième partie) du droit international de la mer, le présent ouvrage présente les différents espaces maritimes (Troisième partie) et les diverses activités en mer (Quatrième partie), avant de s'attacher à exposer les moyens de mise en oeuvre du droit de la mer (Cinquième partie) et à éclaircir ses rapports avec d'autres branches voisines du droit international public (Sixième partie). Cet ouvrage collectif est le fruit de la collaboration des membres du Centre de droit international de Nanterre (CEDIN) et de nombreux autres universitaires et praticiens. Il vise à devenir un ouvrage de référence en langue française en droit de la mer. Il a été par ailleurs préparé de manière à constituer un instrument de travail utile, grâce aux éléments de bibliographie et aux index qui viennent compléter les contributions individuelles des différents auteurs du présent Traité."
Présentation de l'éditeur : Le présent Traité vise à mettre à la disposition des étudiants, des praticiens et des chercheurs une présentation actualisée et aussi détaillée que possible du droit international de la mer, c'est-à-dire des principes et règles de droit international public (à commencer par ceux qui résultent de la convention des Nations Unies sur le droit de la mer de 1982) qui régissent les titres de souveraineté, droits de ...

Droit de la mer

... Lire [+]

V

- 209 p.
ISBN 978-88-14-22515-4

Présentation de l'éditeur : "Il principio di ragionevole durata è alla base dell'evoluzione del processo civile degli ultimi anni, sia sul piano dell'introduzione di molte riforme legislative, sia su quello dell'opera giurisprudenziale di rilettura degli istituti cardine del processo. L'art. 111 Cost. prescrive la durata ragionevole, imponendo al legislatore e all'interprete un bilanciamento con altri principi fondamentali, quali il diritto di contraddittorio, senza di cui non sarebbe assicurato il processo giusto. Il processo non può essere giusto se non è garantita la ragionevole durata, e la ragionevole durata non può compromettere i diritti e i principi che rendono giusto il processo. È fondamentale individuare strumenti di cooperazione tra giudice e parti processuali per il perseguimento dell'obbiettivo sia della ragionevole durata sia del processo giusto."
Présentation de l'éditeur : "Il principio di ragionevole durata è alla base dell'evoluzione del processo civile degli ultimi anni, sia sul piano dell'introduzione di molte riforme legislative, sia su quello dell'opera giurisprudenziale di rilettura degli istituti cardine del processo. L'art. 111 Cost. prescrive la durata ragionevole, imponendo al legislatore e all'interprete un bilanciamento con altri principi fondamentali, quali il diritto di ...

droit processuel ; Droit italien

... Lire [+]

V

- VII-130 p.
ISBN 978-88-921-0848-6

Présentation de l'éditeur : "Vengono qui prese in esame - soprattutto ad uso di studenti e operatori pratici -le modifiche al codice di procedura civile introdotte nel corso del2016 sia attraverso il D.L. 3 maggio 2016, n. 59 (convertito in legge, con modificazioni, dalla L. 30 giugno 2016, n. 119), destinato soprattutto al processo esecutivo, sia attraverso il successivo D.L. 31 agosto 2016, n. 168 (convertito, con modificazioni, dalla L. 25 ottobre 2016, n. 197), che ha rivoluzionato, invece, il giudizio civile in Cassazione, prevedendo in maniera prevalente, per esso, l' adozione del procedimento in camera di consiglio senza partecipazione delle parti. A queste modifiche, che hanno riguardato direttamente il codice di rito, se ne sono aggiunte, più di recente, altre tre non direttamente incidenti sulla disciplina codicistica, ma comunque rilevanti per il processo civile. La prima è contenuta nel D.Lgs. 19 gennaio 2017, n. 3, che ha dato attuazione alla Direttiva UE n. 104/2014, in materia di risarcimento dei danni derivanti dalla violazione delle norme sulla concorrenza degli Stati membri e dell'Unione. La seconda, invece, è derivata dalla nuova disciplina in materia di responsabilità professionale sanitaria, di cui alla L. 8 marzo 2017, n. 24, che, tra l'altro, ha introdotto una nuova ipotesi di obbligatorio esperimento dell'accertamento tecnico preventivo di cui all'art. 696 bis c.p.c., a condizione di procedibilità della domanda giudiziale. La terza, infine, riguarda la disciplina processuale in materia di immigrazione e di protezione internazionale ed è contenuta nel D.L. 17 febbraio 2017, n. 13, già approvato in prima lettura dal Senato nella seduta del 29 marzo 2017, che ha istituito le nuove «sezioni specializzate in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell'Unione europea» e ha introdotto - in sostituzione di quanto stabilito dall'art. 19 D.Lgs. 150/2011 - un nuovo rito speciale, a struttura camerale e con «udienza eventuale», per le controversie sull'impugnazione dei provvedimenti di protezione internazionale."
Présentation de l'éditeur : "Vengono qui prese in esame - soprattutto ad uso di studenti e operatori pratici -le modifiche al codice di procedura civile introdotte nel corso del2016 sia attraverso il D.L. 3 maggio 2016, n. 59 (convertito in legge, con modificazioni, dalla L. 30 giugno 2016, n. 119), destinato soprattutto al processo esecutivo, sia attraverso il successivo D.L. 31 agosto 2016, n. 168 (convertito, con modificazioni, dalla L. 25 ...

procédure civile ; réforme ; Italie

... Lire [+]

y

- 210 p.
ISBN 978-88-9391-222-8

Atti del Convegno tenuto a Napoli nel 2015. Résumé en anglais

droit constitutionnel ; Royaume-Uni ; Histoire du droit

... Lire [+]

V

- 213 p.
ISBN 978-88-495-3396-5

Présentation de l'éditeur : "Il volume è il risultato di un'indagine sistemologica attraverso la quale prendono forma i diversi elementi tassonomici che danno struttura ed identità al diritto dell'America Latina. La ricostruzione proposta dall'A. supera le antiche dicotomie tra diritto e altre scienze, da un lato, e tra diritto pubblico e privato, dall'altro. Nello sviluppo del lavoro emergono i molteplici riflessi inter-normativi ricollegabili alla tradizione ctonia a seguito del suo riconoscimento in sede costituzionale. Essi mostrano al lettore un ripensamento in atto sulla visione unidirezionale ed omogeneizzante dei concetti di diritto, benessere e sviluppo di matrice occidentale, e ripropongono come attuale nel quadro giuridico latinoamericano la dialettica del confronto fra il «noi» e gli «altri»."
Présentation de l'éditeur : "Il volume è il risultato di un'indagine sistemologica attraverso la quale prendono forma i diversi elementi tassonomici che danno struttura ed identità al diritto dell'America Latina. La ricostruzione proposta dall'A. supera le antiche dicotomie tra diritto e altre scienze, da un lato, e tra diritto pubblico e privato, dall'altro. Nello sviluppo del lavoro emergono i molteplici riflessi inter-normativi ricollegabili ...

Amérique latine ; Droit

... Lire [+]

V

- 460 p.
ISBN 978-88-582-0852-6

Présentation de l'éditeur : "Il titolo V del Trattato sull'Unione europea, nell'art. 21 definisce come obiettivi della politica estera e di sicurezza comune, tra gli altri, «salvaguardare i suoi valori, i suoi interessi fondamentali, la sua sicurezza, la sua indipendenza e la sua integrità», nonché, «preservare la pace, prevenire i conflitti e rafforzare la sicurezza internazionale». Il programma trova completamento nella normativa che regola la cooperazione degli organi di polizia e delle autorità giudiziarie nella materia penale. Il fermento innovativo della legge comune rispetto ai fenomeni europei testimonia il cambiamento del sistema criminale nell'epoca contemporanea; rende palese il complesso e complessivo disegno di rinnovazione del diritto sostanziale e della procedura penale; ribadisce la progressione tra prospettive di politica criminale, premesse sostanziali e ipotesi strumentali di attuazione. I temi nuovi della cooperazione giudiziaria sono affidati nel volume a magistrati e avvocati di comprovata esperienza nel settore. L'opera collettanea si avvale dell'unità di metodo, pur nella diversità del linguaggio e nella peculiarità dei singoli argomenti esaminati, e costituisce un'indispensabile guida per gli operatori giudiziari. "
Présentation de l'éditeur : "Il titolo V del Trattato sull'Unione europea, nell'art. 21 definisce come obiettivi della politica estera e di sicurezza comune, tra gli altri, «salvaguardare i suoi valori, i suoi interessi fondamentali, la sua sicurezza, la sua indipendenza e la sua integrità», nonché, «preservare la pace, prevenire i conflitti e rafforzare la sicurezza internazionale». Il programma trova completamento nella normativa che regola la ...

entraide judiciaire ; droit international ; droit pénal

... Lire [+]

V

- 262 p.
ISBN 978-884674969-7

Présentation de l'éditeur : "Il volume raccoglie una selezione di articoli pubblicati dall'autore nella prima fase della produzione scientifica (1982-1999). Gli articoli danno conto delle trasformazioni dell'ordinamento amministrativo in una fase storica segnata da un cambiamento dei paradigmi interpretativi. Quest'ultimo è stato determinato dall'approvazione di testi normativi come la legge sul procedimento amministrativo (n. 241/1990) o la legge antitrust (n. 287/1990) e dalla crescente influenza del diritto europeo, anche in materia di diritto dello sport. Una serie di direttive europee hanno promosso in particolare le liberalizzazioni e le privatizzazioni nei settori dei servizi pubblici con la comparsa di concetti nuovi come il servizio universale. Sono stati istituiti apparati di tipo nuovo come le autorità amministrative indipendenti per esempio, l'autorità garante della concorrenza e del mercato). Nel contesto dell'apertura del mercato a discipline proconcorrenziali, un filo conduttore che lega vari scritti è rappresentato dall'utilizzo della teoria della regolazione, in quegli anni ancora poco coltivata nel nostro Paese, applicata a contesti economici, ma anche non economici in particolare al codice della strada. Ciascun contributo è preceduto da una premessa che illustra l'occasione dello scritto aggiungendo qualche considerazione più personale."
Présentation de l'éditeur : "Il volume raccoglie una selezione di articoli pubblicati dall'autore nella prima fase della produzione scientifica (1982-1999). Gli articoli danno conto delle trasformazioni dell'ordinamento amministrativo in una fase storica segnata da un cambiamento dei paradigmi interpretativi. Quest'ultimo è stato determinato dall'approvazione di testi normativi come la legge sul procedimento amministrativo (n. 241/1990) o la ...

droit administratif ; Italie

... Lire [+]

V

- XII-227 p.
ISBN 978-88-6802-220-4

Présentation de l'éditeur : "Oggi a Palmiro Togliatti si attribuiscono le peggiori malefatte della storia del Novecento. Eppure ad analizzare le sue responsabilità e il suo lavoro ne emerge ancora una grande figura e si possono scoprire scritti che non hanno perso la loro freschezza. Accusato di osteggiare Gramsci, questo libro testimonia tutt'altro. "Scritti per Gramsci" racchiude tutti i discorsi che Palmiro Togliatti gli dedicò, perché essi possano e debbano recare alla ripresa degli interessi e degli studi gramsciani un apporto prezioso e per molti aspetti insostituibile. Questa raccolta fornisce numerosi e interessanti elementi di osservazione e di giudizio per la valutazione del rapporto tra Gramsci e Togliatti, e sul problema della continuità di linea e di orientamenti politici nel Partito comunista italiano lungo il corso della sua storia, permettendo di far conoscere la figura e l'opera del suo fondatore politico, in cui esempio di vita e coerenza di pensiero si intrecciano in maniera indissolubile."
Présentation de l'éditeur : "Oggi a Palmiro Togliatti si attribuiscono le peggiori malefatte della storia del Novecento. Eppure ad analizzare le sue responsabilità e il suo lavoro ne emerge ancora una grande figura e si possono scoprire scritti che non hanno perso la loro freschezza. Accusato di osteggiare Gramsci, questo libro testimonia tutt'altro. "Scritti per Gramsci" racchiude tutti i discorsi che Palmiro Togliatti gli dedicò, perché essi ...

Vie intellectuelle ; Partis communistes ; histoire-science politique ; Italie

... Lire [+]

V

- 203 p.
ISBN 978-88-7164-555-1

Présentation de l'éditeur : "Le idee pedagogiche di Gramsci si innestano nella rielaborazione che egli compie sul tema del rapporto tra struttura e sovrastruttura. L'educazione è un mezzo funzionale alla conquista dell'egemonia culturale", che la classe egemone acquisisce «forgiando le energie e le capacità necessarie e avvertendo il diritto di dirigere tutta quanta la società». Negli scritti sull'educazione, si pensi solamente all'idea gramsciana di scuola unitaria "disinteressata", colpisce l'attualità delle sue analisi e delle sue riflessioni, in relazione al dibattito tutt'ora vivo sui caratteri, sull'organizzazione e sulle finalità della scuola. I suoi intenti pedagogici appaiono nell'attenzione costante per tutto ciò che possa servire alla formazione "intellettuale e morale", l'aspetto educativo nelle sue riflessioni non è un dettaglio accessorio e marginale, ma è parte essenziale, sia di quel progetto teorico che Gramsci definisce di "umanesimo assoluto", sia del suo progetto politico."
Présentation de l'éditeur : "Le idee pedagogiche di Gramsci si innestano nella rielaborazione che egli compie sul tema del rapporto tra struttura e sovrastruttura. L'educazione è un mezzo funzionale alla conquista dell'egemonia culturale", che la classe egemone acquisisce «forgiando le energie e le capacità necessarie e avvertendo il diritto di dirigere tutta quanta la società». Negli scritti sull'educazione, si pensi solamente all'idea ...

éducation - enseignement ; hégémonie ; culture dominante

... Lire [+]

y

- 415 p.
ISBN 978-84-9143-804-5

Présentation de l'éditeur : "La Cátedra Rafael Escuredo de Estudios sobre Andalucía promovió en fecha 22 y 23 de octubre de 2015, en la Universidad de Almería, unas Jornadas de estudio para homenajear la fi gura de D. Alfonso Guerra González, vicepresidente del Gobierno de España (1982-1991), protagonista destacado del consenso constitucional y el parlamentario que ha permanecido, en democracia, más tiempo ocupando un escaño en el Congreso de los Diputados. Un grupo de destacados profesores, todos ellos juristas de reconocido prestigio, han querido contribuir con sus trabajos a la elaboración de esta publicación, cuya temática central es la reforma de la Constitución de 1978. Una cuestión de verdadera actualidad que los distintos ponentes abordan de una manera rigurosa y sugestiva."
Présentation de l'éditeur : "La Cátedra Rafael Escuredo de Estudios sobre Andalucía promovió en fecha 22 y 23 de octubre de 2015, en la Universidad de Almería, unas Jornadas de estudio para homenajear la fi gura de D. Alfonso Guerra González, vicepresidente del Gobierno de España (1982-1991), protagonista destacado del consenso constitucional y el parlamentario que ha permanecido, en democracia, más tiempo ocupando un escaño en el Congreso de ...

droit constitutionnel ; administration publique ; pouvoir judiciaire ; Espagne

... Lire [+]

y

- XVIII-406 p.
ISBN 978-2-247-17851-3

Présentation de l'éditeur : "Hugues Portelli est agrégé de science politique. Il a été professeur à l'Université de Paris X (1979-1992) et à l'Université de Paris II Panthéon-Assas (depuis 1992). Il a également été sénateur du Val d'Oise de 2004 à 2017 et est maire d'Ermont (Val d'Oise), depuis 1996. Il a publié plus d'une quinzaine d'ouvrages et plus de soixante-dix articles. Il est également l'auteur du manuel Droit constitutionnel publié chez Dalloz dans la collection Hypercours. Ces Mélanges visent à lui rendre hommage à travers une trentaine de contributions qui seront organisées autour de trois thématiques : I. La vie politique française et la politique étrangère, II. La théorie politique et l'histoire du socialisme, III. Les forces transnationales et la politique comparée."
Présentation de l'éditeur : "Hugues Portelli est agrégé de science politique. Il a été professeur à l'Université de Paris X (1979-1992) et à l'Université de Paris II Panthéon-Assas (depuis 1992). Il a également été sénateur du Val d'Oise de 2004 à 2017 et est maire d'Ermont (Val d'Oise), depuis 1996. Il a publié plus d'une quinzaine d'ouvrages et plus de soixante-dix articles. Il est également l'auteur du manuel Droit constitutionnel publié chez ...

institutions politiques ; droit électoral ; science politique ; histoire des idées ; droits et religions ; droit constitutionnel ; droit comparé ; Europe ; Italie

... Lire [+]

V

- XIII-689 p.
ISBN 978-88-921-0821-9

droit pénal ; droits et religions ; Italie

... Lire [+]

V

- 2 vol. (XXXV-1582 p.)
ISBN 978-88-13-35837-2

Présentation de l'éditeur : "Colleghi e allievi offrono questa raccolta di scritti a Luigi Lombardi Vallauri, in occasione del suo ottantesimo compleanno. I temi intorno a cui ruota questa raccolta sono numerosi e variegati, ripercorrendo i molti interessi del festeggiato, quasi a proporne un ritratto il più possibile autentico e fedele. Mentre gli scritti di diritto romano testimoniano i giovanili esordi del suo percorso accademico, i diversi saggi qui presenti sul diritto giurisprudenziale rievocano la sua piena affermazione nel panorama intellettuale, con il riconoscimento di quella cattedra di filosofia del diritto presso l'Università di Firenze. Alcuni saggi in materia di bioetica evocano la sua costante attenzione per le sfide che il progresso scientifico continuamente pone oggi all'etica. "
Présentation de l'éditeur : "Colleghi e allievi offrono questa raccolta di scritti a Luigi Lombardi Vallauri, in occasione del suo ottantesimo compleanno. I temi intorno a cui ruota questa raccolta sono numerosi e variegati, ripercorrendo i molti interessi del festeggiato, quasi a proporne un ritratto il più possibile autentico e fedele. Mentre gli scritti di diritto romano testimoniano i giovanili esordi del suo percorso accademico, i diversi ...

droit romain ; jurisprudence ; éthique ; informatique ; animaux droits ; théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- X-722 p.
ISBN 978-88-495-33-82-8

Parlement ; institutions politiques ; droit comparé

... Lire [+]

y

- VI-444 p.
ISBN 978-88-921-0750-2

Préface de Mauro Bove : "Il 28 marzo dell'anno in corso il prof. Francesco Paolo Luiso giunge all'importante traguardo dei suoi settanta anni. È tradizione, per occasioni di questo genere, offrire ai Maestri una raccolta di studi, quando essi sono stati e restano veramente tali, per l'influenza esercitata nello sviluppo del pensiero scientifico e nella metodologia del loro insegnamento in riferimento ad un dato settore del sapere. Peraltro, se la tradizione avrebbe imposto di rivolgere un invito di partecipazione a tutti i cultori dell'ambito disciplinare in parola, ossia il diritto processuale civile, la scelta che ci siamo sentiti di fare è stata, invece, quella di coinvolgere in questa avventura solo gli allievi del prof. Luiso, nella convinzione che a Lui, uomo certamente poco incline alle ritualità accademiche, avrebbe comunque fatto piacere un dono "di famiglia", proveniente da tutti i suoi allievi, diretti e indiretti perché da quelli discendenti. In questa non piccola famiglia rientrano ovviamente persone molto diverse, per età e, quindi, inevitabilmente anche per il livello di maturità umana e scientifica raggiunta. Così, non abbiamo avuto la pretesa di confezionare un dono omogeneo, né per le tematiche affrontate né per il livello scientifico che possiamo aver espresso. L'unico, vero, senso della nostra iniziativa è da ravvisare solo nel desiderio di esprimere un ringraziamento corale, quindi, se possiamo permetterci l'espressione, nel desiderio di far emergere un atto d'amore. Ed, allora, ciò che veramente si è rivelato per noi importante è che ciascuno ha dato il meglio di sé, tutto quello che poteva dare. Del resto l'insegnamento forse più profondo che il nostro Maestro ci ha comunicato fin dall'inizio della sua opera è stato quello per cui ogni persona può offrire un piccolo contributo al progresso della nostra scienza se la sua fatica è animata da pura passione, libera e senza altro scopo che quello di ricercare un piccolo pezzo di verità, nei limiti dell'umano possibile. Lucca 25 marzo 2017."
Préface de Mauro Bove : "Il 28 marzo dell'anno in corso il prof. Francesco Paolo Luiso giunge all'importante traguardo dei suoi settanta anni. È tradizione, per occasioni di questo genere, offrire ai Maestri una raccolta di studi, quando essi sono stati e restano veramente tali, per l'influenza esercitata nello sviluppo del pensiero scientifico e nella metodologia del loro insegnamento in riferimento ad un dato settore del sapere. Peraltro, se ...

droit processuel ; droit civil ; Italie

... Lire [+]

V

- XXIX-245 p.
ISBN 978-88-921-0701-4

Présentation de l'éditeur : "Il tema della legalità è stato oggetto di studi autorevoli e di innumerevoli occasioni di dibattito. Con l'espressione plurale 'le legalità' si è voluto fare riferimento al continuo lavorio della scienza giuridica e delle istituzioni, dall'antichità fino all'età contemporanea, sulla definizione di diversi e specifici concetti di legalità anche in ambiti diversi da quello, più studiato, del diritto penale. Negli studi che qui si presentano sono ricostruiti alcuni 'spaccati' della lunga incubazione del principio di legalità e della sua manifestazione in età moderna. Insieme con quello della certezza del diritto, il principio di legalità costituisce uno degli elementi del DNA della civiltà giuridica occidentale, come civiltà, ce lo ricorda A. Padoa Schioppa, fondata sul 'libro' del diritto."
Présentation de l'éditeur : "Il tema della legalità è stato oggetto di studi autorevoli e di innumerevoli occasioni di dibattito. Con l'espressione plurale 'le legalità' si è voluto fare riferimento al continuo lavorio della scienza giuridica e delle istituzioni, dall'antichità fino all'età contemporanea, sulla definizione di diversi e specifici concetti di legalità anche in ambiti diversi da quello, più studiato, del diritto penale. Negli studi ...

légalité ; Histoire du droit

... Lire [+]

V

- 64 p.
ISBN 978-88-14-22088-3

Giuliano Vassalli

... Lire [+]

V

- 220 p.
ISBN 978-88-9391-211-2

... Lire [+]

y

- 468 p.
ISBN 978-2-343-12873-3

animaux droits ; protection ; France

... Lire [+]

y

- XII-267 p.
ISBN 978-88-14-22513-0

Présentation de l'éditeur : "Il processo di integrazione europea si è venuto caratterizzando come unico ed originale, per le peculiarità che presenta rispetto ad altre esperienze sovranazionali, in particolare per la previsione di atti normativi idonei ad esplicare la propria efficacia direttamente sui singoli. Oltre alle forme di atti codificate dai trattati, si è affermato nella prassi il ricorso a strumenti non previsti. Con il termine 'atti atipici' ci si è riferiti, pur con alcune differenze, ad atti adottati dalle istituzioni dell'UE, ma non rientranti nelle categorie giuridiche regolate dagli artt. 288-292 Tfue. Tale complesso di atti appare fortemente disomogeneo per effetti, caratteri, procedimenti di adozione, funzioni e solleva numerosi dubbi e problematiche in relazione ad una molteplicità di aspetti. Interrogativi che attengono, tra l'altro, alla loro natura e collocazione nel sistema delle fonti dell'Unione europea, al rispetto dei principi fondamentali che investono l'ordinamento dell'Unione, all'efficacia e alle garanzie di cui dispongono i singoli. A questi, essenziali, profili è dedicato il volume, tenendo conto del quadro evolutivo e della prassi più recente."
Présentation de l'éditeur : "Il processo di integrazione europea si è venuto caratterizzando come unico ed originale, per le peculiarità che presenta rispetto ad altre esperienze sovranazionali, in particolare per la previsione di atti normativi idonei ad esplicare la propria efficacia direttamente sui singoli. Oltre alle forme di atti codificate dai trattati, si è affermato nella prassi il ricorso a strumenti non previsti. Con il termine 'atti ...

droit européen ; Sources du Droit
Sources du Droit

... Lire [+]

y

- 190 p.
ISBN 978-88-495-3296-8

Présentation de l'éditeur : "Il volume offre un primo contributo allo studio delle innovazioni che negli ultimi anni hanno interessato i meccanismi di adattamento dell'ordinamento interno alla normativa dell'Unione europea, guardando sia al nuovo quadro normativo disegnato dalla legge n. 234/2012, che alla prassi applicativa maturata. Dopo un inquadramento generale del tema dell'adeguamento agli obblighi europei, il lavoro si concentra sulla principale novità introdotta dalla nuova legge «di sistema» nella fase discendente: lo «sdoppiamento» della legge comunitaria in due atti legislativi, la legge di delegazione europea e la legge europea. Due strumenti che nascono diversi nei contenuti, negli aspetti procedurali e nelle finalità, ma che nei quattro anni di sperimentazione hanno vissuto in profonda simbiosi, contribuendo alla significativa riduzione delle infrazioni contestate al nostro Paese. L'analisi non trascura le criticità che continuano ad investire il sistema delle fonti quando si trova ad operare in sede di recepimento del diritto europeo, né il ruolo di Regioni e Province autonome nella fase discendente. Per quanto negli ultimi anni quasi tutti gli ordinamenti regionali si siano dotati di previsioni statutarie ad hoc e di leggi di procedura, volte all'introduzione di uno strumento periodico di adeguamento al diritto europeo (c.d. legge comunitaria o europea regionale), il loro ruolo rappresenta ancora una questione aperta, segnata dalla difficoltà di conciliare le regole costituzionali con il principio della responsabilità statale per inadempimento."
Présentation de l'éditeur : "Il volume offre un primo contributo allo studio delle innovazioni che negli ultimi anni hanno interessato i meccanismi di adattamento dell'ordinamento interno alla normativa dell'Unione europea, guardando sia al nuovo quadro normativo disegnato dalla legge n. 234/2012, che alla prassi applicativa maturata. Dopo un inquadramento generale del tema dell'adeguamento agli obblighi europei, il lavoro si concentra sulla ...

droit européen ; droit européen et droit interne ; droit régional-collectivités territoriales

... Lire [+]

V

- XIV-417 p.
ISBN 978-88-921-0790-8

Présentation de l'éditeur : ""Il periodo trascorso tra la precedente edizione di questo libro e quella che oggi si licenzia è stato dominato, quasi per intero, da un faticoso processo di riforma costituzionale tra i cui obiettivi fondamentali figuravano una profonda riarticolazione del riparto di competenze tra lo Stato e le Regioni, la modifica della geografia degli enti costitutivi della Repubblica (per effetto dell' abolizione delle province) e la radicale trasformazione del bicameralismo, grazie alla creazione di un' assemblea parlamentare non priva di assonanze con le seconde Camere presenti negli ordinamenti federali."
Présentation de l'éditeur : ""Il periodo trascorso tra la precedente edizione di questo libro e quella che oggi si licenzia è stato dominato, quasi per intero, da un faticoso processo di riforma costituzionale tra i cui obiettivi fondamentali figuravano una profonda riarticolazione del riparto di competenze tra lo Stato e le Regioni, la modifica della geografia degli enti costitutivi della Repubblica (per effetto dell' abolizione delle province) ...

droit régional-collectivités territoriales

... Lire [+]

V

- 246 p.
ISBN 978-88-916-2001-9

Préentation de l'éditeur : "In questo volume sono pubblicate le relazioni presentate al Convegno dal titolo "Le Regioni strumento di governance democratica: una sfida europea", che si è svolto a Perugia nel dicembre 2014, quale momento conclusivo di un Progetto realizzato congiuntamente dal Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Perugia e la Regione Umbria, per la realizzazione di attività di studio e ricerca in materia di partecipazione degli enti "Regione" all'ordinamento dell'Unione europea. I contributi presentati hanno il merito di evidenziare i tratti distintivi del ruolo assunto dalle Autorità regionali, in particolare quelle italiane, alla luce delle innovazioni introdotte dal Trattato di Lisbona. Oltre ad offrire un quadro di riferimento generale, sia rispetto al contesto europeo (Multi-level governance europea), che a quello italiano (legge quadro n. 234 del 2012 e ruolo delle regioni nelle cosiddette fasi ascendente e discendente); il lavoro propone dei contributi relativi ad aspetti specifici (strutture amministrative regionali, sistema delle conferenze regionali) e a casi di studio (modernizzazione degli aiuti di stato, contratti pubblici."
Préentation de l'éditeur : "In questo volume sono pubblicate le relazioni presentate al Convegno dal titolo "Le Regioni strumento di governance democratica: una sfida europea", che si è svolto a Perugia nel dicembre 2014, quale momento conclusivo di un Progetto realizzato congiuntamente dal Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Perugia e la Regione Umbria, per la realizzazione di attività di studio e ricerca in materia ...

droit régional-collectivités territoriales ; droit européen ; gouvernance

... Lire [+]

V

- XXI-442 p.
ISBN 978-88-14-22344-0

Présentation de l'éditeur : "La l. 23 giugno 2017, n. 103, cd. riforma Orlando, si caratterizza per la congerie degli argomenti trattati e delle soluzioni prospettate. La sistematicità che caratterizza l¿opera è particolarmente efficace in quanto le modifiche proposte appaiono capaci di disorientare l¿operatore: a norme immediatamente applicabili si aggiungono non poche leggi delega; l¿assenza di una normativa transitoria sta già facendo emergere diversi problemi applicativi; inoltre, se talune norme appaiono immediatamente esecutive, di altre (quali la prescrizione dei reati e i dibattimenti a distanza) viene invece differita l¿entrata in vigore; nessun rapporto pare individuabile fra le norme sostanziali e le norme processuali, tanto che manca un adeguato apparato procedurale nella disciplina delle condotte riparatorie. Il volume evidenzia anche le linee sistematiche poste dalla nuova legge: il tentativo di assicurare una durata ragionevole del processo; le implicazioni legate ad alcune scelte volontarie e consensuali delle parti (giudizio abbreviato, patteggiamento, concordato sui motivi d¿appello); la forte attenzione prestata al tema delle impugnazioni."
Présentation de l'éditeur : "La l. 23 giugno 2017, n. 103, cd. riforma Orlando, si caratterizza per la congerie degli argomenti trattati e delle soluzioni prospettate. La sistematicità che caratterizza l¿opera è particolarmente efficace in quanto le modifiche proposte appaiono capaci di disorientare l¿operatore: a norme immediatamente applicabili si aggiungono non poche leggi delega; l¿assenza di una normativa transitoria sta già facendo ...

justice pénale ; réforme ; Italie

... Lire [+]

V

- XII-290 p.
ISBN 978-88-921-0885-1

Présentation de l'éditeur : "Il rapporto tra scienza giuridica e tecnologie informatiche rappresenta una questione ormai ineludibile per chiunque intenda misurarsi con le nuove istanze della società digitale. I due autori si confrontano su temi attuali e decisivi della digital age, che spaziano dalla problematica tutela dei dati personali e del "Right to be forgotten" al riconoscimento dei diritti digitali, dall'affermarsi pervasivo di documenti informatici, firme elettroniche e contratti telematici alla complessa protezione di opere digitali e beni informatici, dalla necessità di un'amministrazione open alla realizzazione di nuove dinamiche processuali, dagli inediti bilanciamenti tra interessi ai difficili equilibri in tema di responsabilità, dall'emersione della criminalità informatica agli inquietanti scenari della guerra cibernetica. L'obiettivo del volume è quello di proporre al lettore alcuni punti di osservazione privilegiati per riflettere sul destino della scienza giuridica, avvalendosi anche dell'analisi di significativi casi di studio, nella consapevolezza che la rivoluzione digitale costituisce una prova impegnativa ma inevitabile: in questa sfida sono in gioco principi e regole della società democratica, presente e futura."
Présentation de l'éditeur : "Il rapporto tra scienza giuridica e tecnologie informatiche rappresenta una questione ormai ineludibile per chiunque intenda misurarsi con le nuove istanze della società digitale. I due autori si confrontano su temi attuali e decisivi della digital age, che spaziano dalla problematica tutela dei dati personali e del "Right to be forgotten" al riconoscimento dei diritti digitali, dall'affermarsi pervasivo di documenti ...

droit des technologies de l'information et de la communication ; société numérique ; données personnelles ; droit constitutionnel

... Lire [+]

V

- VII-630 p.
ISBN 978-88-217-6515-5

Présentation de l'éditeur : "L'obiettivo del volume è fornire all'operatore giuridico tutti gli strumenti su come difendersi dagli attacchi sempre più invasivi alla persona, con particolare riferimento a Internet. Si affrontano compiutamente tutte le problematiche connesse allo stalking, agli atti persecutori, alla nuova legge sul cyberbullismo e, più in generale, alla tutela della persona in Internet, con particolare riferimento al diritto all'oblio.
Le problematiche vengono sviscerate sia dal punto di vista scientifico che da quello pratico-operativo e si offrono all'operatore tutte le risposte che nascono dal dover adattare le norme al complesso mondo del digitale.
Sono infine approfonditi i problemi connessi alle prove, alle tecniche investigative, ai profili processuali, alla richiesta dei danni, alle problematiche extraprocessuali"
Présentation de l'éditeur : "L'obiettivo del volume è fornire all'operatore giuridico tutti gli strumenti su come difendersi dagli attacchi sempre più invasivi alla persona, con particolare riferimento a Internet. Si affrontano compiutamente tutte le problematiche connesse allo stalking, agli atti persecutori, alla nuova legge sul cyberbullismo e, più in generale, alla tutela della persona in Internet, con particolare riferimento al diritto ...

criminalité informatique ; harcèlement sur internet ; droit à l'oubli ; droit des technologies de l'information et de la communication ; internet ; droit à la vie privée ; droit processuel

... Lire [+]

2 y

- IX-424 p.
ISBN 9788813366926

Présentation de l'éditeur : "La e-democracy costituisce una forma di procedimentalizzazione istituzionalizzata di strumenti di democrazia diretta, partecipativa e "dibattimentale" finalizzati a consentire un esercizio della sovranità popolare in maniera più o meno mediata in ambiti specifici, con poteri sia consultivi sia deliberativi. La e-democracy, infatti, può consentire al démos di esprimere in modo effettivo e diretto la propria volontà nel rispetto dei principi e dei valori costituzionali, realizzando così l'ideale democratico, o, al contrario, ostacolandolo. Nella Società dell'informazione, infatti, la tecnologia può portare o a un potenziamento dei principi e dei valori democratici, o alla loro negazione od affievolimento; dove né il démos politico né quello sociale riescono a far sentire la propria voce.
Il volume, frutto di una ricerca pluriennale, approfondisce, quindi, una molteplicità di problematiche teoriche, facendo riferimento all'informatica non solo nei termini di uno strumento utilizzabile per giungere a un démos realmente attivo e partecipativo, ma anche di un meccanismo che può permettere ai poteri pubblici e privati di influenzarne la volontà se non, addirittura, di controllarlo. Il libro delinea, quindi, tre modelli di democrazia elettronica: ideale, distopico e realistico. Essi aspirano a mostrare le possibili evoluzioni e involuzioni della democrazia, alla luce del dibattito dottrinale in materia, affinché la tecnologia non sia un'arma di dominio bensì una chiave per una sua evoluzione che porti a risolvere le problematiche che la affliggono, ponendo il démos al centro di una nuova agorà digitale multilivello."
Présentation de l'éditeur : "La e-democracy costituisce una forma di procedimentalizzazione istituzionalizzata di strumenti di democrazia diretta, partecipativa e "dibattimentale" finalizzati a consentire un esercizio della sovranità popolare in maniera più o meno mediata in ambiti specifici, con poteri sia consultivi sia deliberativi. La e-democracy, infatti, può consentire al démos di esprimere in modo effettivo e diretto la propria volontà ...

Democratie ; droit des technologies de l'information et de la communication ; democratie participative

... Lire [+]

V

- VIII-292 p.
ISBN 978-88-921-1136-3

Constitution ; Histoire ; Espagne

... Lire [+]

V

- 179 p.
ISBN 978-88-9391-085-9

service public ; droit comparé

... Lire [+]

V

- IX-338 p.
ISBN 978-88-243-2482-3

constitutionnalisme ; Parlement ; Europe

... Lire [+]

V

- XI-352 p.
ISBN 978-88-14-22161-3

Présentation de l'éditeur : "Le riflessioni di questo saggio nascono da una domanda: quando la Corte costituzionale italiana decide nel merito le questioni di legittimità sollevate dai giudici comuni? In proposito il dato normativo è chiaro, nel senso che se la questione è ritenuta dal giudice a quo rilevante e non manifestamente infondata, la Corte si pronuncia nel merito valutando la fondatezza delle specifiche censure di incostituzionalità delle leggi. Invero, diversi studi hanno rilevato come la Corte sia in grado, entro certi limiti, di regolare l'accesso delle questioni e i tempi delle sue decisioni utilizzando spesso a tal fine i poteri di verifica delle condizioni di ammissibilità delle questioni stesse. Uno spoglio delle decisioni di inammissibilità, relative al periodo 2001-2016, ha evidenziato che quando queste sono motivate dall'esigenza del rispetto della ¿discrezionalità del legislatore¿ e dalla possibilità di dare un'interpretazione della legge costituzionalmente conforme, la distinzione e il confine delle stesse decisioni di inammissibilità rispetto alle pronunce di merito è piuttosto incerto e indefinito. Il saggio si articola in quattro parti. Nella prima si tracciano le coordinate fondamentali dell'accesso in via incidentale al giudizio di legittimità delle leggi e si approfondisce il significato della distinzione tra decisioni di inammissibilità e di infondatezza. La seconda parte del saggio riguarda l'uso fatto dalla giurisprudenza costituzionale dei due argomenti dell'interpretazione costituzionalmente orientata e della discrezionalità legislativa, e si propone di verificare quindi se nella giurisprudenza sia rinvenibile una definizione, pur provvisoria, dei confini tra una decisione di inammissibilità e di infondatezza, che si rifletta nella differenziazione dei relativi effetti, e quali siano le ricadute nel giudizio a quo e nel sistema complessivo delle "scelte astensionistiche" e delle "scelte interventiste" della Corte. Si cerca di comprendere altresì, nella terza parte del saggio, a quali esigenze, perseguite dalla Consulta, rispondano l'utilizzo duttile e irregolare degli strumenti processuali e l'applicazione modulata dei criteri di giudizio, soprattutto nel campo delle valutazioni sulla ragionevolezza delle leggi. Nella parte conclusiva del saggio, a fronte del carattere eminentemente giurisprudenziale del giudizio di legittimità delle leggi e dell¿esigenza di una razionalizzazione della notevole duttilità degli strumenti processuali del giudice costituzionale, per la gran parte di matrice pretoria, si avvia una riflessione sull'opportunità di procedere alla formazione di un diritto processuale costituzionale fatto di regole precostruite e stabili, alla cui formazione possa concorrere la Corte stessa nell¿esercizio dei suoi poteri di rule-making."
Présentation de l'éditeur : "Le riflessioni di questo saggio nascono da una domanda: quando la Corte costituzionale italiana decide nel merito le questioni di legittimità sollevate dai giudici comuni? In proposito il dato normativo è chiaro, nel senso che se la questione è ritenuta dal giudice a quo rilevante e non manifestamente infondata, la Corte si pronuncia nel merito valutando la fondatezza delle specifiche censure di incostituzionalità ...

droit constitutionnel ; jurisprudence constitutionnelle

... Lire [+]

V

- XIV-244 p.
ISBN 978-88-921-0558-5

Etat - Forme ; Président de la République ; Italie

... Lire [+]

V

- 637 p.
ISBN 978-88-14-21967-2

cour constitutionnelle ; Italie

... Lire [+]

V

- XII-291 p.
ISBN 978-88-14-22316-7

droit des femmes ; Discrimination positive

... Lire [+]

V

- 205 p.
ISBN 978-88-15-27173-0

Présentation de l'éditeur : "Aggiornato ai più recenti sviluppi, il libro introduce il lettore alla «legge fondamentale della Repubblica», di cui delinea l'architettura, i concetti chiave, il linguaggio e lo spirito, illustrando con chiarezza i contenuti del testo, dai diritti civili, politici e sociali all'organizzazione dei poteri dello Stato, alla giustizia, ai rapporti internazionali e con l'Europa."

Constitution ; Italie

... Lire [+]

V

- 86 p.
ISBN 978-88-6611-580-9

réforme constitutionnelle ; Italie

... Lire [+]

V

- XII-59 p.
ISBN 978-88921-1083-0

Présentation de léditeur : "Il modello di Costituzione federale per gli italiani" è un progetto costituzionale per lo Stato italiano che Gianfranco Miglio elaborò intorno alla metà degli anni Novanta, quando, conclusa l'attività accademica, aveva deciso di operare direttamente all'interno della vita politica e istituzionale. Il testo costituisce una testimonianza significativa del pensiero del professore comasco. Una lettura attenta del progetto consente di cogliere sia i temi centrali della teoria politica dell'autore, sia i tratti più autentici e originali del suo pensiero costituzionale. Nell'impianto del modello sono riconoscibili alcune delle innovazioni di tipo istituzionale che l'autore aveva maturato a partire dalla sua esperienza con il "Gruppo di Milano"; sono inoltre sviluppati i punti chiave (i cosiddetti «requisiti necessari») della sua "concezione neofederale". Un federalismo, quello di Miglio, ispirato non da «una scelta valoriale», bensì da «ragioni scientifiche», derivate dalla constatazione del tramonto dello Stato moderno e dalla crisi delle democrazie, «particolarmente di quelle a regime "parlamentare integrale"» come quella italiana. "
Présentation de léditeur : "Il modello di Costituzione federale per gli italiani" è un progetto costituzionale per lo Stato italiano che Gianfranco Miglio elaborò intorno alla metà degli anni Novanta, quando, conclusa l'attività accademica, aveva deciso di operare direttamente all'interno della vita politica e istituzionale. Il testo costituisce una testimonianza significativa del pensiero del professore comasco. Una lettura attenta del progetto ...

Constitution ; fédéralisme ; Italie

... Lire [+]

y

- 159 p.
ISBN 978-88-9391-066-8

légalité ; droit constitutionnel

... Lire [+]

y

- 106 p.
ISBN 978-84-9143-186-2

Présentation de l'éditeur : "Cómo puede reformarse nuestra Constitución de 1978 y para qué es necesario hacerlo. En qué consiste la reforma y cuál es el alcance de su revisión "silente" por la vía de la mutación constitucional. Cuáles son las modificaciones institucionales que no requieren tocar la Constitución. Qué revisiones de la Constitución serían inútiles, y cuáles inoportunas y contraproducentes. Tales son las cuestiones que se abordan en este libro desde una perspectiva ajena a prejuicios partidistas. Una obra escrita para "ser útil" a la puesta a punto de nuestras instituciones, evitando procedimientos dramáticos y resultados indeseables. Miguel Herrero de Miñón fue uno de los siete ponentes redactores del texto constitucional vigente. Une a su larga experiencia política y académica cientos de horas de radio y TV y más de un millar de articulos periodísticos. Ello es aval de un texto tan claro como riguroso, al alcance de cualquier lector interesado."
Présentation de l'éditeur : "Cómo puede reformarse nuestra Constitución de 1978 y para qué es necesario hacerlo. En qué consiste la reforma y cuál es el alcance de su revisión "silente" por la vía de la mutación constitucional. Cuáles son las modificaciones institucionales que no requieren tocar la Constitución. Qué revisiones de la Constitución serían inútiles, y cuáles inoportunas y contraproducentes. Tales son las cuestiones que se abordan en ...

réforme constitutionnelle ; Espagne

... Lire [+]

V

- VIII-155 p.
ISBN 978-88-921-0744-1

Présentation de l'éditeur : ""Il presente volume nasce da un ciclo di lezioni tenute dal professor Luciano Musselli e raccolte dalla dott.ssa Claudia Bianca Ceffa, afferenti al corso di Giustizia costituzionale e diritti fondamentali, attivato dall'Università degli Studi di Pavia, con il fine di predisporre un sussidio didattico utile allo studente per muoversi nell'ampio e variegato panorama dello sviluppo storico e giurisprudenziale del diritto fondamentale di libertà religiosa e di coscienza nell'ottica del principio di laicità dello Stato. Il volume si compone di quattro capitoli dedicati a distinti ambiti applicativi delle libertà sopra richiamate: nel primo viene ad essere sinteticamente sviluppata la nozione storica della libertà di coscienza e di pensiero in ambito religioso muovendo i passi dall'antichità greca e romana fino ai tempi moderni, mentre nel secondo viene descritto ed inquadrato il principio di laicità dello Stato, partendo dalla fondamentale sentenza della Corte Costituzionale del 1989 attraverso l'opera adeguatrice del tessuto normativo italiano condotta dal legislatore e dalla giurisprudenza nazionali." (extrait de la préface)
Présentation de l'éditeur : ""Il presente volume nasce da un ciclo di lezioni tenute dal professor Luciano Musselli e raccolte dalla dott.ssa Claudia Bianca Ceffa, afferenti al corso di Giustizia costituzionale e diritti fondamentali, attivato dall'Università degli Studi di Pavia, con il fine di predisporre un sussidio didattico utile allo studente per muoversi nell'ampio e variegato panorama dello sviluppo storico e giurisprudenziale del ...

liberté religieuse ; jurisprudence constitutionnelle ; droits et libertés fondamentaux ; laïcité ; Liberté de conscience ; Italie

... Lire [+]

V

- XI-368 p.
ISBN 978-88-921-0823-3

Constitution ; droit comparé ; Europe

... Lire [+]

V

- VIII-701 p.
ISBN 978-88-9391-149-8

Présentation de l'éditeur : "Negli ultimi anni la "forza dei fatti" ha trasformato il diritto dell'immigrazione. La pressione che i confini statali hanno sperimentato per effetto di migrazioni sempre più intense non ha semplicemente determinato, sul continente europeo, l'aumento del numero degli stranieri. Ne è nata, infatti, anche una diffusa e trasversale riflessione sui modi e sugli strumenti di una riaffermazione dell'identità giuridica propriamente occidentale. Quella pressione, quindi, si è tradotta in una percezione sempre più diffusa e condivisa sulla necessità di un complessivo riallineamento, o aggiornamento, degli ordinamenti giuridici europei. È accaduto, così, che un settore frequentato unicamente da specialisti si è presto rivelato uno dei veicoli più significativi di evoluzione del diritto in senso lato, sia di quello nazionale, sia di quello internazionale, sia, ancora, di quello dell'Unione europea."
Présentation de l'éditeur : "Negli ultimi anni la "forza dei fatti" ha trasformato il diritto dell'immigrazione. La pressione che i confini statali hanno sperimentato per effetto di migrazioni sempre più intense non ha semplicemente determinato, sul continente europeo, l'aumento del numero degli stranieri. Ne è nata, infatti, anche una diffusa e trasversale riflessione sui modi e sugli strumenti di una riaffermazione dell'identità giuridica ...

droit des étrangers ; immigration ; citoyenneté ; droit d'asile ; Europe

... Lire [+]

V

- 276 p.
ISBN 978-88-9391-231-0

droit électoral ; Italie

... Lire [+]

V

- 119 p.
ISBN 978-88-921-0515-7

réforme constitutionnelle ; Italie

... Lire [+]

V

- 134 p.
ISBN 97888824324502

La couverture porte en plus : XVI legislatura

droit constitutionnel ; droit régional-collectivités territoriales ; réforme constitutionnelle ; Italie

... Lire [+]

y

- 126 p.
ISBN 978-88-9391-246-4

Traduit de : "Das Grundrecht auf Sicherheit"

Sécurité - Etat ; Etat de droit ; droits et libertés fondamentaux

... Lire [+]

V

- XI-286 p.
ISBN 978-88-921-1016-8

Extrait de l'introduction : ""L' analisi si concentrerà sulle clausole costituzionali di apertura all' ordinamento comunitario ed a quello internazionale, nell' ottica della comparazione del punto di vista profondamente differente dei Paesi dell'Ovest e dell'Est d'Europa. L'indagine cercherà di dimostrare che il processo di integrazione europeo ha avuto un impatto notevole sul contenuto dei Testi costituzionali e, di conseguenza, sulle modalità di risoluzione delle antinomie fra norme all'interne degli ordinamenti nazionali, in particolare in seguito al Trattato di Maastricht, con il quale si inaugura, fra l'altro, l'integrazione politica, che obbliga; rivedere il concetto di sovranità nazionale. L'Unione Europea, diventando un'integrazione sempre più stringente, impone ai suoi membri di legittimarla, di menzionarla nei loro Testi, al fine di farla divenire pratica e realtà concreta ma, soprattutto, nell' obiettivo di farne riconoscere le peculiarità che essa presenta rispetto ad ogni altra organizzazione internazionale. Sono, dunque, numerosi Stati membri che revisionano le rispettive costituzioni al fine di introdurre delle 'clausole europee', capaci di offrire una base più solida al processo di integrazione, ma, altresì, con l'obiettivo di mettere ordine nel rapporto tra ordinamento nazionale e comunitario. Per tale ragione, si è scelto di partire dalla ricostruzione delle teorie dottrinarie relative a rapporto tra ordinamenti; ciò ci consentirà, infatti, di dimostrare che il rapporto con l'ordinamento dell'Unione Europea non può ascriversi ad alcuna delle teorie classiche, imponendo allo studioso un'analisi prospettica profondamente differente. Il metodo comparatistico, applicare in particolare ad alcuni ordinamenti costituzionali dell'Est e dell'Ovest d'Europa, diviene, dunque, uno strumento fondamentale per comprendere le differenti vedute nella teoria del rapporto tra ordinamenti, mettendo in luce come Paesi diversi si aprono in maniera diversa ai medesimi fenomeni. Peraltro, è noto che non tutti gli ordinamenti costituzìonali contemplano una "clausola europea"; dunque, in fase di compara zione, sarà necessario concentrarsi particolarmente sulla giurisprudenza interna, al fine di cogliere qual è il trattamento 'domestico' riservato alle fonti prodotte all'esterno."
Extrait de l'introduction : ""L' analisi si concentrerà sulle clausole costituzionali di apertura all' ordinamento comunitario ed a quello internazionale, nell' ottica della comparazione del punto di vista profondamente differente dei Paesi dell'Ovest e dell'Est d'Europa. L'indagine cercherà di dimostrare che il processo di integrazione europeo ha avuto un impatto notevole sul contenuto dei Testi costituzionali e, di conseguenza, sulle modalità ...

Unité européenne ; droit constitutionnel comparé ; droit européen et droit interne

... Lire [+]

y

- 796 p.
ISBN 978-84-9143-568-6

Présentatin de l'éditeur : "La presente obra pretende colmar un vacío en la lengua española de la disciplina del Derecho Constitucional Comparado. Faltaba en nuestra cultura global latinoamericana un verdadero tratado científico de derecho Constitucional Comparado (que no es lo mismo que derecho extranjero), no sólo abierto a la comparación interna (esto es, occidental), sino también, aunque sea de modo más contenido, a los ordenamientos y sistemas que han recibido de Occidente solo formalmente la cultura jurídica, o que la rehúsan. La asociación entre estudiosos italianos especializados y los constitucionalistas españoles sensibles al tema de la comparación ofrece a todos los operadores jurídicos del sistema, tanto estudiantes como estudiosos una visión del derecho constitucional global que supera los restringidos ámbitos nacionales y culturale"
Présentatin de l'éditeur : "La presente obra pretende colmar un vacío en la lengua española de la disciplina del Derecho Constitucional Comparado. Faltaba en nuestra cultura global latinoamericana un verdadero tratado científico de derecho Constitucional Comparado (que no es lo mismo que derecho extranjero), no sólo abierto a la comparación interna (esto es, occidental), sino también, aunque sea de modo más contenido, a los ordenamientos y ...

droit constitutionnel comparé

... Lire [+]

V

- 367 p.
ISBN 978-88-9391-147-4

... Lire [+]

V

- 79 p.
ISBN 978-88-495-3174-9

Présentation de l'éditeur : "Il neocostituzionalismo sembra essere la panacea della contemporanea filosofia politica e del diritto. Per questo motivo Luis Prieto Sanchís preferisce parlare al plurale di neocostituzionalismi. Tale teoria, infatti, si presenta quale risposta globale e nuova proposta giuridico-culturale nei dibattiti più vari, ma non è una corrente unitaria. Non è un caso che sono definiti "neocostituzionalisti" autori profondamente diversi tra di loro, come Dworkin, MacCormick, Raz, Alexy, Nino, Ferrajoli e Zagrebelsky. A partire dalla caratterizzazione dello Stato costituzionale di diritto, Sanchís analizza varie accezioni di neocostituzionalismo che si sviluppano intorno a problemi altrettanto diversi. All'interno di questo "cassetto di sarto" si trova di tutto: la dottrina dello Stato giusto, la teoria positivistica del diritto, la relazione tra diritto e morale nonché l'ascrizione a modelli propri della scienza giuridica. Pare, però, che questi nuovi approcci offrano soluzioni ad una realtà profondamente diversa da quella in cui lo Stato di diritto è nato. E quindi: può il neocostituzionalismo superare la dialettica "classica" tra giuspositivismo e giusnaturalismo? La risposta sembra essere negativa, perché, in fondo, gli argomenti del neocostituzionalismo si inseriscono sempre nell'una o nell'altra delle concezioni tradizionali del diritto. Ma un ventaglio di argomenti è stato aperto."
Présentation de l'éditeur : "Il neocostituzionalismo sembra essere la panacea della contemporanea filosofia politica e del diritto. Per questo motivo Luis Prieto Sanchís preferisce parlare al plurale di neocostituzionalismi. Tale teoria, infatti, si presenta quale risposta globale e nuova proposta giuridico-culturale nei dibattiti più vari, ma non è una corrente unitaria. Non è un caso che sono definiti "neocostituzionalisti" autori pro...

constitutionnalisme ; théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- XXII-506 p;
ISBN 978-88-13366223

Présentation de l'éditeur : "L'opera, pur mantenendo la struttura di fondo delle precedenti edizioni - una struttura imperniata sulla trattazione sistematica dell'ordinamento della Repubblica anche nei rapporti con altri ordinamenti, sui suoi profili istituzionali organizzativi e funzionali, sul ruolo della società civile nelle sue varie articolazioni dei singoli come delle formazioni sociali - è arricchita da ulteriori approfondimenti e focalizza nello stesso tempo l'attenzione su significative novità intervenute. Tali, in particolare, la recentissima riforma elettorale (varata dal Parlamento nell'ottobre 2017) con la quale si è introdotto un sistema elettorale di nuovo tipo, ma anche le misure in tema di riforma delle amministrazioni, gli interventi di riforma organica della magistratura onoraria, la regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso, le misure urgenti di contrasto dell'immigrazione illegale. Si presta inoltre la dovuta attenzione all'innovativo progetto in tema di acquisto della cittadinanza all'esame del Parlamento e, a livello europeo, si analizza un evento dirompente come quello della Brexit. D'altro canto, non mancano riferimenti a problemi sorti relativamente a talune "anticipazioni" a livello di legislazione ordinaria di contenuti qualificanti del decaduto progetto di riforma costituzionale "Renzi-Boschi". Significativi aggiornamenti sono stati apportati alle indicazioni bibliografiche di cui sono corredati i singoli capitoli e le relative sezioni; mentre un accurato indice alfabetico-analitico, posto al termine del manuale, offrirà in questa nuova edizione, soprattutto agli studenti, la possibilità di più rapide ricerche degli argomenti oggetto di specifico interesse."
Présentation de l'éditeur : "L'opera, pur mantenendo la struttura di fondo delle precedenti edizioni - una struttura imperniata sulla trattazione sistematica dell'ordinamento della Repubblica anche nei rapporti con altri ordinamenti, sui suoi profili istituzionali organizzativi e funzionali, sul ruolo della società civile nelle sue varie articolazioni dei singoli come delle formazioni sociali - è arricchita da ulteriori approfondimenti e ...

institutions politiques ; réforme constitutionnelle ; droit parlementaire ; droit régional-collectivités territoriales

... Lire [+]

V

- 156 p.
ISBN 978-88-9391-115-3

Présentation de l'éditeur : "Il Dipartimento di Studi per l'Economia e l'Impresa dell'Università del Piemonte Orientale organizza annualmente il Corso di Alta formazione in Diritto costituzionale, destinato a giovani studiosi italiani, europei e stranieri desiderosi di approfondire tematiche di ambito costituzionalistico, affrontate monograficamente in tre distinte giornate di lavoro. La didattica di ciascuna giornata è affidata ad un docente impegnato in una lezione seguita dalla riflessione condivisa con i frequentanti. La terza edizione, svoltasi a Novara dal 7 al 9 settembre 2016 è stata dedicata al tema "Il potere costituente". L'introduzione di Mario Dogliani ha fornito il quadro di riferimento. La lezione di Roberto Bin si è concentrata sul processo costituente dell'Unione Europea mentre quella di Ruben Martinez Dalmau ha illustrato la relazione tra il concetto di potere costituente e la teoria della Costituzione democratica."
Présentation de l'éditeur : "Il Dipartimento di Studi per l'Economia e l'Impresa dell'Università del Piemonte Orientale organizza annualmente il Corso di Alta formazione in Diritto costituzionale, destinato a giovani studiosi italiani, europei e stranieri desiderosi di approfondire tematiche di ambito costituzionalistico, affrontate monograficamente in tre distinte giornate di lavoro. La didattica di ciascuna giornata è affidata ad un docente ...

droit constitutionnel

... Lire [+]

V

- VI-152 p.
ISBN 978-88-13363031

Présentation de l'éditeur : "La giustizia costituzionale si è oggi affermata in moltissimi ordinamenti con modalità assai differenti, legate alla forma di governo, al modo di intendere i rapporti tra magistratura e politica, al rapporto tra le fonti e alla concezione della Costituzione e dei diritti fondamentali. Muovendo dai modelli originari della giustizia costituzionale, vengono comparate le principali soluzioni adottate nelle democrazie contemporanee e le molteplici funzioni ad essa affidate."
Présentation de l'éditeur : "La giustizia costituzionale si è oggi affermata in moltissimi ordinamenti con modalità assai differenti, legate alla forma di governo, al modo di intendere i rapporti tra magistratura e politica, al rapporto tra le fonti e alla concezione della Costituzione e dei diritti fondamentali. Muovendo dai modelli originari della giustizia costituzionale, vengono comparate le principali soluzioni adottate nelle democrazie ...

justice constitutionnelle ; droit comparé

... Lire [+]

V

- XIII-403 p.
ISBN 978-88-921-1006-9

Présentation de l'éditeur : "Il diritto (come il mondo) si può guardare dalla grata di una cantina, dalla finestra di casa, dalla terrazza di un condominio, dalla cima di una collina di una montagna, da un aereo o dalla stazione spaziale orbitante. Non c'è una visione "giusta" e una "sbagliata". Semplicemente, sono visioni diverse, che forniscono informazioni diverse. Quella che è scientificamente sbagliata è la pretesa che la visione che si ha dalla cantina, o dalla finestra di casa, sia l'unica giusta. "Sistemi costituzionali comparati", nel trattare i temi sostanziali della materia, dà applicazione alle teorie metodologiche, esposte nel capitolo introduttivo, relative alla centralità del linguaggio, alle classificazioni, ai formanti, alla circolazione e ai trapianti, ai rapporti con altre scienze, al pluralismo, al rifiuto dell'eurocentrismo. La materia nel suo complesso, e i singoli segmenti che la compongono (le fonti, diritti, le famiglie giuridiche, le forme di stato e di governo, il federalismo, la giustizia costituzionale, ecc.) sono trattati nell'alveo di classificazioni duttili e prevalentemente basate sull'utilizzazione di vari elementi pertinenti, per offrire interpretazioni da diversi angoli visuali. "Sistemi costituzionali comparati" predilige l'approccio interdisciplinare ma al tempo stesso non fa sconti al rigore del metodo giuridico. L'apertura a modi di fare diritto non solo occidentali deve confrontarsi con la polisemia della parola "diritto" nelle diverse epoche e latitudini. La decostruzione, applicata a linguaggio e classi, e le nuove proposte di sistemazione, si accompagnano però all'esposizione delle categorie tradizionali e all'illustrazione degli istituti vigenti e delle tesi prevalenti. Con il contributo di Silvia Bagni, Serena Baldin, Fioravante Rinaldi, Massimo Rinaldi e Giorgia Pavani."
Présentation de l'éditeur : "Il diritto (come il mondo) si può guardare dalla grata di una cantina, dalla finestra di casa, dalla terrazza di un condominio, dalla cima di una collina di una montagna, da un aereo o dalla stazione spaziale orbitante. Non c'è una visione "giusta" e una "sbagliata". Semplicemente, sono visioni diverse, che forniscono informazioni diverse. Quella che è scientificamente sbagliata è la pretesa che la visione che si ha ...

droit constitutionnel comparé

... Lire [+]

V

- 419 p.
ISBN 978-88-15-27330-7

Présentation de l'éditeur : "Il filo conduttore di questo volume sulla giustizia costituzionale è l'idea di una doppia anima del diritto: il giudizio giuridico incorpora sempre valutazioni di giustizia materiale e dunque non si esaurisce nell'applicazione di formule legislative. L'esperienza dell'autore, sostanziata anche dal novennale trascorso alla Corte costituzionale, suggerisce che quelle valutazioni non sono pregiudizi da evitare o influenze abusive da cui il buon giurista debba guardarsi per proteggersene, ma sono componenti essenziali di ciò che si deve intendere per diritto. Come tali esse devono essere coltivate apertamente, con la consapevolezza che per questa via viene restaurandosi l'autentica struttura dualista del diritto, una struttura che le riduzioni positiviste - la riduzione del diritto a legge e la riduzione della legge a strumento di potere - hanno per molto tempo oscurato. Un dualismo che si riflette per eccellenza nell'uso giudiziario della Costituzione, quando si necessita dell'interprelazione della Carta. Il diritto al fondo è una scienza pratica che deve integrare con equilibrio il punto di vista effettuale e teorico."
Présentation de l'éditeur : "Il filo conduttore di questo volume sulla giustizia costituzionale è l'idea di una doppia anima del diritto: il giudizio giuridico incorpora sempre valutazioni di giustizia materiale e dunque non si esaurisce nell'applicazione di formule legislative. L'esperienza dell'autore, sostanziata anche dal novennale trascorso alla Corte costituzionale, suggerisce che quelle valutazioni non sono pregiudizi da evitare o ...

justice constitutionnelle ; théorie-philosophie du droit

... Lire [+]

V

- 120 p.
ISBN 978-88-15-27458-8

Présentation de l'éditeur : "Il volume raccoglie i testi di tre conferenze tenute nel 2017 all'Accademia Nazionale dei Lincei da Giovanni Canzio, Presidente della Corte di Cassazione, Paolo Grossi, Presidente della Corte Costituzionale e Alessandro Pajno, Presidente del Consiglio di Stato. La pubblicazione congiunta dei saggi tratti dalle conferenze offre una rappresentazione del ruolo e dell'evoluzione, dei problemi e delle prospettive di tre giurisdizioni apicali della Repubblica, che nelle loro funzioni contribuiscono alla democrazia italiana, sempre più inserita nel contesto istituzionale dell'Unione Europea. I saggi si caratterizzano per la composizione di scienza giuridica, teorica e applicativa che mostra la complessità del processo di edificazione delle leggi tramite la loro validazione, interpretazione e applicazione nell'ambito delle diverse giurisdizioni."
Présentation de l'éditeur : "Il volume raccoglie i testi di tre conferenze tenute nel 2017 all'Accademia Nazionale dei Lincei da Giovanni Canzio, Presidente della Corte di Cassazione, Paolo Grossi, Presidente della Corte Costituzionale e Alessandro Pajno, Presidente del Consiglio di Stato. La pubblicazione congiunta dei saggi tratti dalle conferenze offre una rappresentazione del ruolo e dell'evoluzione, dei problemi e delle prospettive di tre ...

cour constitutionnelle ; Cour de cassation ; Conseil d'Etat ; Italie

... Lire [+]

V

- 179 p.
ISBN 978-88-15-26780-1

Présentation de l'éditeur : "Uno strano progetto di legge si aggira per l'Europa. Un progetto che vuole trasformare ogni cosa in beni negoziabili, ogni diritto in una banconota. Passando per il licenziamento di due milioni di dipendenti pubblici, l'eliminazione del catasto, lo svuotamento di competenze degli uffici. Niente di nuovo, si potrebbe dire cinicamente. Se non fosse che tutto questo oggi avviene con la benedizione della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, dedita alla resezione chirurgica della categoria stessa dei diritti indisponibili, dei diritti in genere, per renderli monetizzabili, concorrenziali e liberamente circolanti, sotto la giustificazione di aumentare la libertà individuale". Lo afferma Giancarlo Caselli nell'introduzione a questo libro, avvertendo che in tutto questo mercato rischiamo di smarrire il senso dell'importanza dei diritti fondamentali. Pensato come barriera al facile populismo del dopo Brexit; nutrito dal confronto e dal dialogo con giuristi, economisti, storici, filosofi, rappresentanti delle forze dell'ordine e giornalisti, il libro di Fracanzani ci propone una serie di coppie concettuali apparentemente antitetiche. Dal loro confronto si dissolvono gli apparenti diritti fondamentali ed emergono importanti temi su cui riflettere se si vuole recuperare la vera anima del progetto Europa."
Présentation de l'éditeur : "Uno strano progetto di legge si aggira per l'Europa. Un progetto che vuole trasformare ogni cosa in beni negoziabili, ogni diritto in una banconota. Passando per il licenziamento di due milioni di dipendenti pubblici, l'eliminazione del catasto, lo svuotamento di competenze degli uffici. Niente di nuovo, si potrebbe dire cinicamente. Se non fosse che tutto questo oggi avviene con la benedizione della Corte Europea ...

droits et libertés fondamentaux ; capitalisme ; droit européen

... Lire [+]

V

- 288 p.
ISBN 978-88-93911-39-9

Projet "Cittadinanza e religione nel Mediterraneo nell'epoca della globalizzazione et della diversità cultural-religiosa"

citoyenneté ; Religion ; Pays méditerranéens

... Lire [+]

y

- 155 p.
ISBN 978-2-7314-1082-2

Sommaire :
Introduction : la place des sciences dans les Constitutions et la jurisprudence constitutionnelle Marthe-Fatin-Rouge Stefanini, Directrice de recherches au CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC

L'éthique du droit constitutionnel est-elle une éthique des sciences ? Thierry S. Renoux, Professeur à l'Université d'Aix-Marseille, Directeur de recherches à l'Institut Louis Favoreu CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC

L'utilisation du vocabulaire des sciences dures par la doctrine constitutionnaliste Alexis Le Quinio, Maître de conférences à l'Université de Toulon, CNRS UMR 7318 DICE CDPC

Droit constitutionnel et sciences morales et politiques : un dialogue à dimensions multiples Alain Delcamp, Professeur associé à l'ILF-GERJC CNRS UMR 7318 DICE, Vice-président de l'AFDC

Ce que le droit constitutionnel doit aux sciences religieuses Didier Maus, Président émérite de l'Association française de droit constitutionnel, Maire de Samois-sur-Seine
Droit constitutionnel et linguistique Natasa Danelciuc-Colodrovschi, Docteur en droit public à l'Université d'Aix-Marseille, Assistante de recherches, CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC

L'analyse économique, facteur d'enrichissement du droit constitutionnel ? Régis Lanneau, Maître de conférences en droit public, CRDP, FIDES

Débats et discussions Sous la présidence de , Professeur à l'École de droit de la Sorbonne, Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne

Le Conseil constitutionnel, la liberté d'entreprendre et la science économique. Influence ou neutralité ? Laurence Gay, Chargée de recherches au CNRS UMR 7318 ILF GERJC

L'histoire saisie par le droit constitutionnel : Contribution à l'étude des interactions entre Histoire et droit constitutionnel. L'exemple des lois mémorielles Julien Padovani, Doctorant contractuel en droit public à l'Université d'Aix-Marseille, CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC

Modes de scrutin et mathématiques : « éloge » de la complexité Richard Ghevontian, Professeur à la Faculté de droit et de science politique d'Aix-Marseille CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC
Les sciences du psychisme, la science du droit et le droit constitutionnel Géraldine Aïdan, Chargée de recherche au CNRS UMR 7106 CERSA Centre d'études et de recherches de sciences administratives
L'imperméabilité du droit constitutionnel au serment d'Hippocrate Sophie de Cacqueray, Maître de conférences à l'Université d'Aix-Marseille, CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC
Débats et discussi
ons Sous la présidence d'Anne Levade, Professeur à l'Université Paris-Est Créteil, présidente de l'AFDC
Rapport de synthèse Xavier Philippe, Professeur à l'Université d'Aix-Marseille, CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC
Sommaire :
Introduction : la place des sciences dans les Constitutions et la jurisprudence constitutionnelle Marthe-Fatin-Rouge Stefanini, Directrice de recherches au CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC

L'éthique du droit constitutionnel est-elle une éthique des sciences ? Thierry S. Renoux, Professeur à l'Université d'Aix-Marseille, Directeur de recherches à l'Institut Louis Favoreu CNRS UMR 7318 DICE ILF-GERJC

L'utilisation du vocabulaire des ...

droit constitutionnel ; droit et sciences

... Lire [+]

V

- XVII-186 p.
ISBN 978-88-921-1084-7

Présentation de l'éditeur : "In questo tempo segnato dall'immigrazione ci si interroga sulla cittadinanza. Ci si si chiede, ad esempio, se quanto ai diritti sociali sia legittimo privilegiare i cittadini rispetto agli stranieri. Ci si chiede anche, da un diverso punto di vista, se i diritti di partecipazione al governo della cosa pubblica debbano essere riservati ai cittadini. E quanto ai modi d'accesso alla cittadinanza, ci si chiede se le vigenti regole restrittive siano una barriera ingiusta all'integrazione dei migranti o se, invece, proprio di una tale barriera vi sia bisogno per salvaguardare l'identità del popolo. Questo libro affronta tali e altri interrogativi che si pongono con riguardo alla disciplina italiana dello status civitatis e dei relativi modi d'acquisto, proponendo una riflessione di tipo giuridico nella prospettiva dell'integrazione."
Présentation de l'éditeur : "In questo tempo segnato dall'immigrazione ci si interroga sulla cittadinanza. Ci si si chiede, ad esempio, se quanto ai diritti sociali sia legittimo privilegiare i cittadini rispetto agli stranieri. Ci si chiede anche, da un diverso punto di vista, se i diritti di partecipazione al governo della cosa pubblica debbano essere riservati ai cittadini. E quanto ai modi d'accesso alla cittadinanza, ci si chiede se le ...

citoyenneté ; immigration ; Italie

... Lire [+]

y

- 415 p.
ISBN 978-84-9119-092-9

Présentation de l'éditeur : "Este libro constituye una reflexión en profundidad, realizada desde el Derecho Constitucional, sobre la salud de nuestro sistema democrático. La relación entre participación, representación y democracia es analizada aquÍ tanto desde una perspectiva teórica como desde la práctica política, intentando encontrar nuevos marcos conceptuales, nuevos instrumentos de participación y nuevas mejoras en los mecanismos representativos que contribuyan a reafirmar la legitimidad democrática de nuestro Estado Constitucional. El volumen, que recoge las ponencias presentadas en el XII Congreso de la Asociación de Constitucionalistas de España, celebrado en la Universidad de Salamanca en abril de 2014, aborda así temas tan variados como la paridad y las listas abiertas, la financiación electoral o la selección de candidatos y las primarias, dentro de la relación entre representación y sistemas electorales, o la democracia participativa, sus manifestaciones en el ámbito local o el referéndum, dentro de la relación entre democracia participativa, democracia directa y representación. Junto con el análisis de la relación entre transparencia y democracia en nuestro sistema, el volumen cuestiona también las actuales relaciones entre los partidos políticos y órganos constitucionales como el Parlamento, el Consejo General del Poder Judicial o el Tribunal Constitucional, aportando, en definitiva, una visión crítica y constructiva al debate actual sobre la calidad de nuestra democracia."
Présentation de l'éditeur : "Este libro constituye una reflexión en profundidad, realizada desde el Derecho Constitucional, sobre la salud de nuestro sistema democrático. La relación entre participación, representación y democracia es analizada aquÍ tanto desde una perspectiva teórica como desde la práctica política, intentando encontrar nuevos marcos conceptuales, nuevos instrumentos de participación y nuevas mejoras en los mecanismos ...

Democratie ; représentation politique ; participation politique ; Espagne

... Lire [+]

Nuage de mots clefs ici

0

Dossiers

 




Z